Home

 

Maurizio Accattato

 

La Scuola

Produzioni

 

Links

 
 
 
 

www.maurizioaccattato.org

 

PERCHE' E' IMPORTANTE EDUCARE ALL'ARTE DEL CLOWN

 

E’ importante educare i bambini al clown, per proteggere la loro emotività repressa da un sistema, che li vuole iperattivi, con personalità spiccata, felici e vincenti. Bambini per lo più vittime di una scuola soggiogata da impreparazione e da un bullismo imperante, specchio della società in cui viviamo, dove si confonde l’arroganza e l’aggressività con il carisma e la personalità.

E’ importante educare al clown anche gli adulti, per recuperare il bambino che è in noi, se esiste ancora. Attraverso le arti espressive - mimo, clowneria, recitazione – si insegna ciò che la società contemporanea sta dimenticando: il gioco. Il clown ci insegna a giocare con tutto: con i sensi, con gli oggetti, con il silenzio, con gli spazi, ma soprattutto con le cose dimenticate o apparentemente casuali. Il gioco, quello vero, capace di esorcizzare i disagi, la paura, le insicurezze, roba poco commerciabile, è fatto con cose non comprate ma solo immaginate e sognate. Il nostro clown è un vero riciclatore di memorie, buttate via o scartate da una società troppo consumistica e poco rispettosa, che ridà vita a luoghi e oggetti, ma anche a persone dimenticate.

Il percorso di questa scuola è basato sulla scoperta sincera ed interiore del proprio clown, per poter amare ed affrontare noi stessi, per poi uscire ad amare e affrontare gli altri. Può essere il pubblico per chi volesse, i bambini in ospedale, ma anche e soprattutto gli emarginati e gli anziani.

Attraverso il lavoro sul corpo gli allievi prendono coscienza delle proprie originali potenzialità psicofisiche, stimolati in maniera semplice ed efficace: con esercizi di riscaldamento, rilassamento, relazione con lo spazio e con gli altri, con esercizi ritmici e di giocoleria. Si passa poi alle fasi tecniche come la pantomima e la recitazione per arrivare alla ricerca del proprio clown e alla ricognizione personalizzata delle gags della tradizione clownesca teatrale e circense.

Interpretando le classiche entrate clownesche, si possono affrontare giocosamente temi molto personali e delicati come la solitudine, la paura, il disorientamento. Il clown ha fama di essere un personaggio sempre sopra le righe, abituato a vivere nel proprio mondo, un po’ magico, surreale e fantastico; ci appare goffo, spiazzato, inibito, e a volte in difficoltà, proprio come siamo noi veramente. Ed è per questo che il nostro clown nasce per mostrarci agli altri proprio per come siamo, aprendoci le porte della comunicazione, per risultare agli occhi degli altri, buffi, simpatici, accattivanti, ma anche seducenti trasportatori d’amore, proprio come tutti in fondo vorremmo essere. 

Il clown è la memoria di ciò che crescendo abbiamo dimenticato. E’ colui che riapre e risana la ferita nella quale abbiamo ricucito la nostra infanzia.   

Maurizio Accattato

 

   

 

Sito ufficiale della

SCUOLA DI ARTI CIRCENSI E TEATRALI

DI MAURIZIO ACCATTATO

maurizioaccattato@tiscali.it

02 66013484 - 348 6054623